Doctor Who: perché è ancora così amato dopo 50 anni?

Dottor Who

Che cos’è un Signore del Tempo? In realtà nel mondo dell’intrattenimento e della fantasia nulla di speciale… Ve ne sono moltissimi. Viaggiare nel tempo, se dovessimo stare alla narrativa, non sarebbe che la prerogativa di moltissimi fortunati individui, ma sarebbe comunque viaggiare su un autostrada moooolto trafficata.

Se ci limitassimo solo ai fumetti già ce ne verrebbero decine di esempi: Immortus, Kang, Mort Cinder, L’eternauta, lo stesso Java di Martin Mystere in un certo senso. Ma un certo Signore del tempo è speciale…anche perché è l’ultimo.

Questo brevissimo articoletto non vuole dire nulla di speciale. Ve ne saranno mille di analoghi oggi. Ma semplicemente vuole suggerire ai pochi che non sappiano nulla di ciò di cui sto parlando un perché.

Perché dedicarsi proprio a questo signore del tempo?
Perché è unico.
Perché non è mai come lo immagineremmo.
Perché è anticonformista.
Perché è anticonvenzionale.
Perché è umoristico.
Perché è molteplice nelle sue diverse incarnazioni.
Perché viaggia nell’unico mezzo che vorremmo tutti.
Perché è sempre accompagnato da partner favolose (e chiamalo scemo).
Perché….
Perché…

Ce ne sarebbero moltissimi. Perché non scoprire noi stessi il nostro motivo. Sono sicuro, se scaviamo fra le pieghe del Dottore, DEI Dottori, nelle pieghe dello spazio tempo (ma perché farla così semplice… nelle pieghe del tempo e delle relative dimensioni nello spazio), fra un alieno e l’altro, fra un uomo cibernetico e un Dalek che ci vuole sterminare, fra una Faccia di Boe e uno Shakespeare e un Dickens che ci sbucano dietro l’angolo troveremo di sicuro un Nostro modo di amare il dottore.

Ribadisco, di amare I Dottori

Dopotutto questo è The Day of the Doctor, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *