“Magic Bullet”, la storia della censura… censurata

Magic Bullet
Magic Bullet

Si intitola “Magic Bullet l’opera di montaggio dell’artista svedese Markus Öhrn (classe 1972), un montaggio di circa 49 ore di durata in cui vengono mostrate cronologicamente tutte le scene di film tagliate dall’agenzia nazionale svedese per la censura, denominata Statens Biografbyrå tra il 1934 e il 2002.

Realizzata nel 2009 e già proposta con successo in diverse occasioni, l’opera è un “omaggio” alla storia dell’agenzia censoria, attiva tra il 1911 e il 2011, e doveva essere inserita nel percorso espositivo per la Biennale di Stoccolma, in una sezione, “Art & Crime: legally on the edge”, curata da Joanna Warsza.

Come segnalato dalle pagine di Art Tribune, l’opera sulla censura è stata censurata: inizialmente si è provato a limitarne la visione nelle sole ore notturno (dalle 23 alle 6), poi è stato deciso di eliminarla del tutto (ma troppo tardi per cancellarla dai programmi…) per non urtare la sensibilità dei minori.

Qui sotto è visibile un filmato della prima inaugurazione, sul sito ufficiale dell’opera qualche stralcio video scampato alla censura…

Lascia un commento

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *