Video Festival Imperia 2014: presentazione libro su Gibba e Luzzati

Video Festival Imperia 2014

Il Video Festival Città di Imperia è una manifestazione cinematografica che si svolge ogni anno nel capoluogo del ponente ligure da ben 9 edizioni. Al festival partecipano centinaia di opere (quest’anno ben 840 film) proveniente davvero da tutto il mondo (63 nazioni partecipanti).

Oltre il concorso ufficiale, che raccoglie lungometraggi, cortometraggi, documentari, animazione, professionisti e amatori, il programma ufficiale prevede ospiti ed eventi collaterali.

Tra gli ospiti possiamo citare tra i tanti il grande doppiatore e attore (Boris vi dice niente?) Francesco Pannofino, gli attori Luca Argentero e Simone Gandolfo, il grandissimo Tony Sperandeo, Le Iene di Italia 1.

Tra i vari eventi collaterali vorrei invece citarvene uno, che tocca molto da vicino questo blog. Come saprete se mi seguite da tempo, sono un grande appassionato di cinema d’animazione e da diverso tempo mi occupo di Cinema d’Animazione italiano. Lo scorso anno insieme al collega Carlo Griseri ho pubblicato un libro dedicato a due tra più importanti esponenti dell’animazione italiana ovvero Francesco Maurizio Guido in arte Gibba ed Emanuele Luzzati.

Luzzati è ancora oggi famosissimo come illustratore e scenografo. Ma molto forse dimenticano che insieme a Giulio Gianini ha realizzato alcune delle più belle e personali pagine della storia dell’animazione italiana e non solo. I suoi I Paladini di Francia, La gazza ladra, Il Flauto Magico, Pulcinella… hanno davvero portato l’animazione italiana nel mondo dimostrando quali magie possano nascere quando il genio di artisti come lui si sposano con questa tecnica.

pulcinella-pesce-magico-sit-700x350

Gibba è probabilmente il decano dell’animazione italiana, con oltre 70 anni di carriera artistica alle spalle. Subito dopo la guerra ha realizzato il primo e unico film d’animazione neo realista (L’ultimo sciuscià), ha lavorato al primo lungometraggio animato italiano (La rosa di Bagdad), ha collaborato con alcuni pionieri dell’animazione italiana come Antonio Rubino e i fratelli Carlo Cossio e Vittorio Cossio, ha lavorato per le serie americane come Popeye – Braccio di Ferro e Krazy Kat, ha realizzato Caroselli (Esso – Metti un Tigre nel motore), serie animate e intermezzi per la Rai (Semplicino, Motorino), ha animato L’Uomo Mascherato per SuperGulp! Fumetti in TV, ha realizzato titoli di testa e interventi animati per film dal vero (Scandalosa Gilda), sigle per telefilm (Linda e il brigadiere), è stato il primo regista ha realizzare un film d’animazione erotico in Europa (Il nano e la strega).

il_nano_e_la_strega_gioachino_libratti_002_jpg_xsme

Il lavoro come animatori di entrambi oggi sembra essere un po’ dimenticato e quindi, io e Carlo Griseri abbiamo voluto scrivere il libro più completo possibile sulla loro opera di animatori, con la filmografia completa (compresi i film mai terminati), interviste, articoli e approfondimenti. Un libro anche molto divertente grazie ai tantissimi aneddoti e che permette anche di farsi un’idea su tutto il sistema produttivo cinematografico, non solo per quanto riguarda l’animazione, dell’Italia dagli anni ’40 fino agli anni 2000.

Per chi fosse in zona domani, martedì 22 aprile, alle ore 10.30 presso la Fratelli Carli a Imperia, io e Carlo Griseri presenteremo il libro appunto nell’ambito del Video Festival Imperia.

Se non potete essere presente ma il libro vi interessa, potete trovare altre informazioni e richiederne una copia a questo indirizzo: http://proximanoprofit.it/pubblicazioni/72-gibba-lele.html. Tra l’altro il libro è pubblicato da una associazione senza fini di lucro con il solo scopo di rendere omaggio a questi due straordinari artisti.

Gibba & Lele - copertina - 2 luglio - definitiva.indd

Lascia un commento

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *