Modena Nerd 2018: il reportage (foto / video)

Come vi ho già raccontato nel reportage di AleComics 2018, il 15 e il 16 settembre con l’amico Umberto Sisia abbiamo completato una doppietta fieristica visitando il sabato AleComics ad Alessandria e la domenica Modena Nerd a Modena. Completiamo quindi questo doppio reportage con le foto e il video a 360 gradi del Modena Nerd 2018.

Giunto alla terza edizione, il Modena Nerd è un evento dedicato a tutta la “cultura nerd”, quindi fumetti, videogiochi, youtube, ma anche Lego, giochi da tavola, sigle dei cartoni animati, cosplayer. In pochi anni, l’affluenza ha già raggiunto cifre da capogiro: 14mila visitatori alla prima edizione, 19mila lo scorso anno e ben 21mila questa edizione.

Decisamente adeguata ad ospitare questa massa di persone si è rivelata la location scelta: il Modena Fiere. Spazi ampi, padiglioni ordinati, area esterna, servizi igienici puliti e al piano. Quest’ultimo punto non è da sottovalutare, specie se si è con bambini: nella maggioranza delle altre fiere che ho visitato quest’anno, andare al bagno significava o utilizzare dei bagni chimici in condizioni a dir poco pietose (vedi AleComics) oppure fare una vera e propria caccia al tesoro per trovare la toilette che spesso è ad un altro piano o fuori dai padiglioni.

Veniamo ora agli stand. Nell’area “fumetto” pochissimi gli stand di fumetti e praticamente nessuna casa editrice. Numerosi invece gli stand di oggettistica, armi, tazze, cuscini, magliette, ecc.. Tanti invece gli stand gastronomici: tra tigelle, cannoli siciliani, pizze, arancini e focacce c’era da prendere peso.

Nell’area “giochi”, l’imbarazzo della scelta tra giochi da tavolo, videogames, retrogames, simulatori di guida, esibizione di wrestling. Curiosa la piccola area con alcuni vecchi giochi da tavola che chi è cresciuto negli anni ’80 ricorderà bene: vedere ragazzini di oggi alle prese con il vulcano dell’Isola di Fuoco non ha prezzo!

Tanti gli ospiti presenti, da Cristina D’Avena ai Gem Boy, da molti youtuber a doppiatori di film e cartoni animati, ma il motivo principale che ha spinto me e Umberto a 350 km da casa era sicuramente una delle artist alley più numerose in Italia.

Yildiray Cinar, David Lafuente, Nic Klein (che però ha annullato la sua partecipazione all’ultimo minuto), Marco Checchetto, Samuel Spano, Gigi Cavenago, Emilio Laiso, Fabio D’Auria, Nicola Genzianella, Daniele Caluri, Francesco Barbieri, Marco Mastrazzo… tra bonelliani, marveliani, disneyiani… erano una settantina i fumettisti presenti in fiera.

Tra spazio sketch e la possibilità di acquistare stampe e disegni su commissione, i collezionisti di originali avevano proprio l’imbarazzo della scelta!

Tanti cosplayer (alcuni davvero molto curati), tante famiglie, appassionati, curiosi. Unico neo: in alcuni momenti davvero tanto caldo: essendo ancora estate, con 20mila persone un po’ di aria condizionata non avrebbe guastato. In compenso, tra gli stand ce n’era anche uno con gelati e granite grazia al quale si è potuto contrastare la calura.

Ad ogni modo davvero un bell’evento che ha tutte le carte in regola per continuare a crescere. In attesa della prossima edizione, ecco il nostro video del Modena Nerd 2018.