Backgammon: il thriller psicologico di Francisco Orvañanos

Backgammon immagini tratte dal film

Recentemente è stato distribuito negli Stati Uniti il film Backgammon, regia dell’esordiente Francisco Orvañanos. Mi è capitato di vederlo e quindi ve ne parlo.

Backgammon immagini tratte dal film

La trama è presto detta: una coppia di ragazzi (Lucian ed Elizabeth) viene invitata a passare il fine settimana nella grande magione di un loro amico (Andrew). Qui conosceranno anche sua sorella (Miranda) e l’arrogante fidanzato di lei (Gerald). Dopo una serata movimentata, Lucian si sveglierà scoprendo che Andrew è dovuto andare in Università di buon mattino, Gerald è stato sbattuto fuori di casa da Miranda dopo una furiosa litigata e anche la sua fidanzata Elizabeth se ne è andata, gelosa di Miranda. Effettivamente attratto da Miranda, Lucian decide di restare lì con lei, ma inizia man mano ad temere che Gerald li stia spiando, forse nascosto nella villa insieme a loro.

Backgammon immagini tratte dal film

Il film è sicuramente interessante per essere un’opera prima a basso budget (prima di questo film Francisco Orvañanos aveva diretto solo due cortometraggi). Il cast è composto da 5 attori giovani, noti soprattutto in televisione:

  • Noah Silver si era già fatto notare nel film Jamie Marks is Dead (2014), oltre ad essere tra i protagonisti della serie televisiva Tyrant ed aver recitato in diverse puntate de I Borgia;
  • Brittany Allen è un’attrice canadese nota soprattutto come la Marissa Chandler della soap opera La valle dei pini;
  • Christian Alexander, che qui ha una parte davvero piccola, ha interpretato in televisione Kiefer Bauer in General Hospital e Thayer Rybak in The Lying Game;
  • Alex Beh, in una parte molto sopra le righe, lo troviamo nel cast del film quali Beauty and the Least: The Misadventures of Ben Banks e Couch Survivor, oltre che di Warren, film da lui anche scritto e diretto;
  • Olivia Crocicchia ha recitato in film quali Men, Women And Children e Palo Alto oltre che nella serie televisiva Rescue Me.

Backgammon immagini tratte dal film

Il film è tratto dal racconto Bloody Baudelaire di R. B. Russell, con musiche di Bryan Senti (Experimenter, Four, King Jack) e fotografia di Simon Coull (West 32nd).

In un’intervista, il regista ha dichiarato che quello che lo ha colpito di Bloody Baudelaire era il modo di Raymond Russell di creare una “atmosfera claustrofobica e nefasta piena di mistero, con pochi personaggi una stessa casa”. “Realizzando questo film” continua il regista “ho voluto lavorare su questa dinamica, aumentando il senso di mistero e lasciando sottintendere il pericolo e la violenza, piuttosto che raffigurarli apertamente. Siamo così abituati a vedere i film con violenza esplicita che è stato piacevole creare un film che si concentra più sul potenziale di violenza, piuttosto che sulla violenza stessa. Con Backgammon, abbiamo scelto di mettere in evidenza le imperfezioni dei personaggi e l’attrito tra di loro, attrito che potrebbe portare alla violenza.

Backgammon immagini tratte dal film

L’intento è sicuramente legittimo e il film comunque è piacevole, però non si può dire del tutto riuscito. Orvañanos non riesce a decidersi fino in fondo a spingere l’acceleratore verso la suspense vera né a esplorare appieno la potenzialità di attrazione erotica del del personaggio di Miranda. Rimane quindi quella sensazione di “freno a mano tirato” che lascia lo spettatore convinto pienamente senza mai portarlo appieno né al conturbante né alla paura.

Backgammon poster

Published By: Marco Frassinelli

Nella vita di tutti i giorni lavora nel campo dell'ingegneria gestionale, dell'efficienza energetica e dell'utily management (grupporestart.it). Per passione, si occupa da anni di cultura popolare come blogger e organizzatore di eventi. È nello staff di manifestazioni quali "Albissola Comics" e "Asylum Fantastic Fest" oltre ad aver collaborato a decine di eventi culturali quali "Video Festival Città di Imperia", "Festival di Folklore e Cultura Horror AutunnoNero", "Mostriamo il Cinema", "Albenga Dreams", "Fiera del Libro di Imperia". È direttore di "Proxima - Associazione no-profit", vice presidente del "Cineforum Imperia" e membro del consiglio direttivo "Ludo Ergo Sum - Tana dei Goblin Imperia" e "Comics & Art". Ha lavorato come blogger per Blogosfere (PianetaFumetto) e ha pubblicato su diverse riviste ("L'Eco della Riviera", "Tenebre", "Fumo di China", "Dylandogofili"). Ha curato per Proxima la pubblicazione del romanzo "Sina. Je m'en fiche!" ed è co-autore dei libri "Gibba e 'Lele' Luzzati" e "Sei nel West, Amigo!". È autore di alcuni articoli pubblicati su "Novissimo Zibaldino del Festival” (Mellophonium) e "L'arte del doppiaggio” (Felici Editori) e di fotografie pubblicate sul fotolibro “Gallieno Ferri – Photobook” (Forum ZTN). Ama viaggiare (ha visitato 29 paesi tra 4 continenti) e creare i fotolibri dei suoi viaggi. Nel 2013 crea il sito ilblogger.it dove scrive principalmente di cinema e fumetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.