Francesco Nuti: 10 cose che non sapete su di lui

È morto oggi, 12 giugno 2023, l’attore e regista toscano Francesco Nuti. Da circa vent’anni si era ritirato dalle scene per gravi problemi fisici dovuti ad un incidente domestico. Ecco alcune curiosità che forse non sapete su di lui.

1. Ha iniziato la carriera nell’ambito del cabaret

Francesco Nuti si è fatto conoscere dal grande pubblico alla fine degli anni ’70 come membro del trio comico Giancattivi, insieme a Alessandro Benvenuti e Athina Cenci, partecipando anche alla trasmissione televisiva Non Stop.

2. Il “filotto” di premi per “Io, Chiara e lo Scuro”

Dopo l’esordio cinematografico con Ad ovest di Paperino di Alessandro Benvenuti (1981), Francesco Nuti interpreta e sceneggia tre film diretti da Maurizio Ponzi: Madonna che silenzio c’è stasera (1982), Io, Chiara e lo Scuro (1982) e Son contento (1983).

Per la sua interpretazione di Francesco Piccioli detto “il Toscano” in Io, Chiara e lo Scuro ha vinto quasi tutti i premi più importanti per un attore italiano: David di Donatello, Nastro d’argento, Globo d’oro, Grolla d’oro.

3. Ha vinto un premio al San Sebastian Film Festival

Grazie a Casablanca, Casablanca, suo esordio alla regia, ha vinto il premio come miglior regista esordiente al celebre festival spagnolo San Sebastian Film Festival.

4. Sono 10 film i film che ha come attore, regista e sceneggiatore

A parte alcune rare occasioni, soprattutto a inizio carriera, nelle quali Francesco Nuti è stato diretto da altri, in tutta la sua carriera ha realizzato 10 film nella triplice veste di regista-sceneggiatore-attore: Casablanca, Casablanca, Tutta colpa del paradiso, Stregati, Caruso Pascoski (di padre polacco), Willy Signori e vengo da lontano, Donne con le gonne, OcchioPinocchio, Il signor Quindicipalle, Io amo Andrea,
Caruso, zero in condotta.

5. Ha partecipato alla miniserie “Sogni e bisogni”

Nel 1985 ha partecipato a Sogni e bisogni, miniserie televisiva in 11 episodi per la regia di Sergio Citti e con attori del calibro di Gigi Proietti, Enrico Montesano, Paolo Villaggio, Ugo Tognazzi, Carlo Verdone

L’episodio con Francesco Nuti (e Franco Javarone) si intitola Sant’Analfabeta e l’attore toscano interpreta un improbabile frate in grado di fare miracoli.

6. Il suo ultimo film è stato “Concorso di colpa”

Il suo ultimo film come attore è stato Concorso di colpa, poliziesco del 2005 di Claudio Fragasso. Il film aveva rappresentato un ritorno alla ribalta di Nuti dopo alcuni anni di inattività a causa di depressione e alcolismo.

7. La caduta per le scale

Nel 2006 la vita di Francesco Nuti cambia per sempre a causa di una caduta per le scale dalle conseguenze drammatiche: l’attore riporta un ematoma cranico. Si sveglierà dopo 4 mesi di coma perdendo sia le capacità motorie (restò il resto della vita in sedia a rotelle) sia l’utilizzo della parola.

8. La carriera come musicista

Nel 1988 ha partecipato al Festival di Sanremo con il brano Sarà per te, poi inciso anche da Mina. Ha all’attivo un album da solista, Un giorno come tanti altri (1979) oltre a diversi singoli e alle raccolte delle colonne sonore dei suoi film come Starnuti e Le note di Cecco.

9. Il flop di OcchioPinocchio

Costato circa 30 miliardi di lire, OcchioPinocchio ha incassato appena 4 miliardi. Dopo questo flop la carriera di Francesco Nuti non si è più ripresa.

10. L’autobiografia

Nel 2011 Rizzoli ha pubblicato la biografia Sono un bravo ragazzo – Andata, caduta e ritorno curata dal fratello Giovanni Nuti.

Published By: Marco Frassinelli

Nella vita di tutti i giorni è l'amministratore di Restart (grupporestart.it), agenzia di commercio e società di consulenza (utility management ed efficienza energetica). Da anni si occupa per passione di cultura nerd e popolare, sia come blogger che organizzatore di eventi. Ha collaborato all'organizzazione di decine di manifestazioni ("Albissola Comics", "Asylum Fantastic Fest", "Video Festival Città di Imperia", "Festival di Folklore e Cultura Horror AutunnoNero", "Mostriamo il Cinema", "Albenga Dreams", "Fiera del Libro di Imperia"...). È direttore di "Proxima - Associazione no-profit", vice presidente del "Cineforum Imperia" e membro del consiglio direttivo di "Ludo Ergo Sum - Tana dei Goblin Imperia" e "Comics & Art". Ha lavorato come blogger per Blogosfere (PianetaFumetto) e ha pubblicato su diverse riviste ("L'Eco della Riviera", "Tenebre", "Fumo di China", "Dylandogofili"). Ha curato per Proxima la pubblicazione del romanzo "Sina. Je m'en fiche!" ed è co-autore dei libri "Gibba e 'Lele' Luzzati" sul cinema d'animazione e "Sei nel West, Amigo!" sul cinema "spaghetti western". È autore di alcuni articoli pubblicati su "Novissimo Zibaldino del Festival” (Mellophonium) e "L'arte del doppiaggio” (Felici Editori) e di fotografie pubblicate sul fotolibro “Gallieno Ferri – Photobook” (Forum ZTN). Ama viaggiare (ha visitato oltre 30 Stati in 4 continenti) e creare fotolibri dei suoi viaggi. Nel 2013 crea il sito ilblogger.it scrivendo dove scrive principalmente di cinema e fumetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.