James Horner: morto il compositore di Titanic e Braveheart

Ieri abbiamo pubblicato un articolo sulla morte di Laura Antonelli. Nello stesso giorno della morte dell’attrice, il 22 giugno, è morto anche un altro grande del cinema: il compositore James Horner.

In circa 35 anni di carriera, James Horner ha composto oltre 150 colonne sonore, Titanic (1997, doppio premio Oscar: per la colonna sonora e per la canzone My Heart Will Go On), regia di James Cameron, e Braveheart – Cuore impavido (1995), regia di Mel Gibson, come potrebbe sembrare leggendo molti articoli sulla sua scomparsa.

Ecco qui una carrellata delle sue colonne sonore nominate agli Oscar.

AVATAR

Con Avatar (2009), regia di James Cameron, ha ricevuto moltissimi riconoscimenti, tra i quali una nomination agli Oscar, due nomination ai Golden Globes (colonna sonora e canzone “I see you”), una nomination ai BAFTA, un premio ASCAP, un premio Saturn, due nomination ai Grammy.

LA CASA DI SABBIA E NEBBIA

Meno noto di altri film da lui composti, La casa di sabbia e nebbia (2003) di Vadim Perelman ha comunque portato a James Horner una nomination all’Oscar.

A BEAUTIFUL MIND

Il suo lavoro per A Beautiful Mind (2001) di Ron Howard ha ricevuto un nomination all’Oscar, una ai Golden Globes, un premio ASCAP, una nomination ai Grammy e un Golden Satellite.

TITANIC

Titanic (1997) di James Cameron: due Oscar, due Golden Globes, una nomination ai BAFTA, due ASCAP, un ACCA, due Grammy, un premio LAFCA, due premio Satellite…

APOLLO 13

Apollo 13, regia di Ron Howard (1995): nomination all’Oscar e premio ASCAP.

BRAVEHEART

Braveheart – Cuore impavido, regia di Mel Gibson (1995): nomination all’Oscar, ai Golden Globes, ai BAFTA e ai premi Saturn.

L’UOMO DEI SOGNI

L’uomo dei sogni (1989) di Phil Alden Robinson: nomination agli Oscar e ai Grammy.

FIEVEL SBARCA IN AMERICA

Fievel sbarca in America (1986) di Don Bluth: nomination agli Oscar, ai Golden Globes, un premio ASCAP, una nomination ai Saturn e due Grammy.

 

ALIENS

Aliens – Scontro finale (1986), regia di James Cameron.: nomination agli Oscar e premio ASCAP.

Comunque impossibile nominare tutti i suoi lavori48 ore (1982), regia di Walter Hill, Star Trek II: L’ira di Khan (1982) di Nicholas Meyer, Star Trek III: Alla ricerca di Spock (1984) di Leonard Nimoy, Commando (1985) di Mark L. Lester, Cocoon – L’energia dell’universo (1985) di Ron Howard, Il nome della rosa (1986) di Jean-Jacques Annaud, Miracolo sull’8ª strada (1987) di Matthew Robbins, Alla ricerca della Valle Incantata (1988) di Don Bluth e seguiti, Fievel conquista il West (1991), di Phil Nibbelink e Simon Wells, Giochi di potere (1992) di Phillip Noyce, Il rapporto Pelican (1993) di Alan J. Pakula, Vento di passioni (1994) di Edward Zwick, Balto (1995) di Simon Wells, Jumanji (1995) di Joe Johnston, La maschera di Zorro (1998) di Martin Campbell, Il nemico alle porte (2001) di Jean-Jacques Annaud, Troy (2004) di Wolfgang Petersen, The New World – Il nuovo mondo (2005) di Terrence Malick, Apocalypto (2006) di Mel Gibson, Il bambino con il pigiama a righe (2008) di Mark Herman, The Amazing Spider-Man (2012) di Marc Webb, The 33 (2015) di Patricia Riggen.

Questo un bel medley con alcuni dei suoi temi più celebri:

 

 

Published By: Marco Frassinelli

Nella vita di tutti i giorni lavora nel campo dell'ingegneria gestionale, dell'efficienza energetica e dell'utily management (grupporestart.it). Per passione, si occupa da anni di cultura popolare come blogger e organizzatore di eventi. È nello staff di manifestazioni quali "Albissola Comics" e "Asylum Fantastic Fest" oltre ad aver collaborato a decine di eventi culturali quali "Video Festival Città di Imperia", "Festival di Folklore e Cultura Horror AutunnoNero", "Mostriamo il Cinema", "Albenga Dreams", "Fiera del Libro di Imperia". È direttore di "Proxima - Associazione no-profit", vice presidente del "Cineforum Imperia" e membro del consiglio direttivo "Ludo Ergo Sum - Tana dei Goblin Imperia" e "Comics & Art". Ha lavorato come blogger per Blogosfere (PianetaFumetto) e ha pubblicato su diverse riviste ("L'Eco della Riviera", "Tenebre", "Fumo di China", "Dylandogofili"). Ha curato per Proxima la pubblicazione del romanzo "Sina. Je m'en fiche!" ed è co-autore dei libri "Gibba e 'Lele' Luzzati" e "Sei nel West, Amigo!". È autore di alcuni articoli pubblicati su "Novissimo Zibaldino del Festival” (Mellophonium) e "L'arte del doppiaggio” (Felici Editori) e di fotografie pubblicate sul fotolibro “Gallieno Ferri – Photobook” (Forum ZTN). Ama viaggiare (ha visitato 29 paesi tra 4 continenti) e creare i fotolibri dei suoi viaggi. Nel 2013 crea il sito ilblogger.it dove scrive principalmente di cinema e fumetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.