“L’Uomo di Aran”, da Robert J. Flaherty a Paolo Schiavocampo

L'uomo di Aran
“L’Uomo di Aran” di Paolo Schiavocampo – Foto di Carlo Griseri

In principio – anno 1934 – “L’Uomo di Aran” era uno dei più importanti e noti documentari storici del cinema mondiale. Robert J. Flaherty, primo grande documentarista, filmò la storia di una famiglia di pescatori che vive su una delle isole di Aran in Irlanda. In una terra inospitale e dura viene descritta la vita di persone forti ed indipendenti abituate a lottare contro gli elementi della natura ed a rispettarla.

Nel 1973 lo scultore italiano Paolo Schiavocampo dedicò a quel documentario una sua opera omonima, oggi esposta nel parco del castello di Racconigi nell’ambito della Biennale Internazionale di Scultura, in cui mette in relazione l’isola di Aran e le sue tradizioni antiche con la natìa Sicilia.

biennale architettura 1
Foto di Carlo Griseri

Infine, la versione integrale del documentario di Flaherty:

Published By: Carlo Griseri

Imperiese trapiantato a Torino, è un giornalista cinematografico e da inizio 2011 è uno dei redattori di CinemaItaliano.info. Membro dell'SNCCI – Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, è autore di saggi come “Ma quella è casa mia - Dieci anni di cinema in Liguria”, “Mission Accomplished” per il volume “La Scrittura dello sguardo: Il cinema di Brian De Palma” e la “Piccola Enciclopedia della Commedia Americana”. È tra i membri della Dvd Academy, che seleziona le nomination per gli Italian Dvd & Blu-ray Awards, e dell’Academy del Doc/it Professional Award. È co-organizzatore e direttore artistico di "Mostriamo il Cinema" a Cervo. Gestisce un blog tematico per il sito de Linkiesta.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.